top of page

Il Natale si colora di Paradiso!

Aggiornamento: 31 dic 2022

Le immagini del Paradiso che sono presenti nelle tradizioni di Natale!

Lo sapevi che moltissimi degli addobbi e degli elementi che inseriamo nelle nostre case o che fanno parte da secoli delle tradizioni natalizie hanno origine da alcune immagini o elementi del Regno dei Cieli?


Tante le figure del giardino di Eden che sono state riprese ed inserite nelle tradizioni del Natale e grazie anche all'esperienza di Paradiso ne ho individuate molte e vorrei raccontarvele qui nel mio “Blog sul Paradiso”.


A cadenza regolare e fino al 6 gennaio inserirò in questo articolo un dettaglio di una figura della Città di Luce che voglio condividere con voi.


La corona di avvento o del Natale

La corona di avvento o ghirlanda di Natale è una decorazione a forma circolare composta generalmente da rami di foglie verdi che spesso decora le nostre case nel periodo natalizio.


Ornata con bacche rosse, o con 4 o 5 candele, viene utilizzata per scandire il tempo di attesa fino al giorno del Natale.


La forma è a cerchio, figura geometrica che rappresenta la perfezione e Dio, perché non ha inizio né fine.

L'utilizzo delle piante sempreverdi, come ad esempio il pino (presente nella mia e in altre esperienze di Paradiso), ha il compito di ricordare all'uomo la vita eterna.

L'accensione delle candele poi è simbolo della vittoria della Luce e di Cristo sulle tenebre e il buio.


Pochi, però, sanno che questo elemento natalizio che appartiene da alcuni secoli alle nostre tradizioni ne indica in realtà un'altra: è la Corona del Cielo e che possono ricevere i credenti in Paradiso.

Nel Nuovo Testamento si parla di questa Corona con 5 diversi aggettivi:

  1. Corona incorruttibile ( 1 Co 9,24-25 );

  2. Corona della gioia ( 1 Te 2,19 );

  3. Corona di giustizia ( 2 Tm 4,8 );

  4. Corona della Gloria ( 1 Pt 5,4 );

  5. Corona della vita ( Ap 2,10 ).


Questa è una corona eterna, promessa a tutti coloro che amano il Signore e attendono con impazienza il suo ritorno.


La parola greca tradotta come "corona" è stephanos (origine del nome Stefano/Stefania) e significa "simbolo di regalità".


Le corone venivano usate durante gli antichi giochi greci; una corona o una ghirlanda di foglie verdi veniva posta sul capo di un vincitore come ricompensa per aver vinto una gara.

Vi invito ad approfondire nella Parola di Dio questa bellissima immagine e vi lascio parafrasando l'augurio di San Paolo: "Non cercate di conseguire delle ghirlande fiorite terrene, perché presto si seccheranno e cadranno a pezzi, cercate piuttosto di ottenere la Corona che dura in eterno in Cielo e che Gesù stesso darà a coloro che lo amano e che pongono sempre gli occhi fissi su di Lui!"




L'albero di Natale

L'albero è uno dei simboli più ricchi di significati nella storia e nella mitologia di tutti i popoli.


L'immagine che preferisco è quella dell'albero quale collegamento tra il cielo e la terra.


L' albero di Natale nasce in epoca medievale e all'inizio veniva chiamato

l' albero del Paradiso.


Anticamente, infatti, il 24 dicembre si celebravano i santi Adamo ed Eva.

Questa festa riportava al tema del peccato originale dell'uomo, commesso nel giardino di Eden, che viene espiato con la nascita del Salvatore nel mondo.

Pertanto nei sagrati o nelle cattedrali venivano eretti gli alberi del Paradiso.


Poiché a dicembre era difficile trovare un melo in fiore, si ricercò un albero diverso e si scelse un abete sempreverde, simbolo della vita eterna.


Questi erano addobbati con mele ( a ricordare il frutto proibito ), con candele ( simbolo della luce di Cristo ), con rose di carta ( a simboleggiare Cristo, germoglio di Jesse ), con ostie ( simbolo dell'incarnazione di Gesù che cancella il peccato ) e la stella in cima all'albero ( a rappresentare la stella di Betlemme ).

Con il tempo sono arrivati anche biscotti, noci, castagne e dolci (simboli della redenzione di Cristo).

L'albero di Natale evoca quindi sia l'albero della vita piantato al centro del giardino dell'Eden ( Gn 2,9 ), sia l'albero della croce perché Cristo è il vero albero della vita che ha liberato l'uomo dal peccato, passando per l'albero di Jesse ( albero genealogico di Gesù, a partire da Jesse, padre del Re Davide ).


L’ albero della vita è stato quindi associato alla figura salvifica di Cristo e alla croce della Redenzione, fatta appunto di legno. Secondo una pia leggenda, il legno della croce sarebbe stato ricavato da un ramoscello dell’Albero della Vita del Paradiso Terrestre.


Col passare del tempo, le mele e le candele usate come ornamento nell’antichità sono state sostituite da sfere decorate, ghirlande e luci colorate, rimanendo invariati i chiari riferimenti al mondo del divino.


L'albero della vita compare in altri libri della Bibbia, non solo nella Genesi.

Lo troviamo in alcuni testi profetici e nel libro dell'Apocalisse:


" in mezzo alla piazza della città ( la Gerusalemme Celeste ) e sulle due rive del fiume stava l'albero della vita. Esso dà dodici raccolti l'anno, porta il suo frutto ogni mese e le foglie dell'albero sono per la guarigione delle nazioni." Apocalisse 22,2

Numerose le esperienze di Paradiso che lo riportano, vi invito a ricercarle e ad approfondire nella Parola di Dio questa bellissima immagine.


Se ti è piaciuto l'articolo, lasciami un cuore, o scrivi un commento se conosci altri dettagli su queste immagini del Paradiso.

Ti aspetto qui per nuovi dettagli!

Seguimi sui canali social per essere informata/o sugli aggiornamenti!

158 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page